Assicurati il tuo posto
Assicurati il tuo posto

Alla ricerca della libertà

L'unica libertà che abbiamo è la libertà da noi stessi

5 giorni di immersione totale in un evento fondamentale di Tensegrity® e Teatro dell’Infinito® — Croazia, 2 - 6 novembre 2022

“La libertà costa cara, ma il prezzo non è impossibile da pagare. Quindi, non avere paura dei tuoi carcerieri e dei tuoi padroni. Non sprecare il tuo tempo e il tuo potere avendo paura della libertà”. — Carlos Castaneda

 

Come definisci la libertà?

Le persone comuni pensano alla "libertà" come alla capacità di agire e di pensare come piace a loro. Di conseguenza, vedono ostacoli per ottenere ciò che, per loro, è un diritto. Denaro, potere, importanza... l'indipendenza sono premi fin troppo illusori per la maggior parte di noi nel nostro sforzo di ottenere la libertà.

Non c'è nulla di intrinsecamente buono o cattivo in nessuna di queste cose. Eppure, vediamo tanti esempi di persone che ne possiedono alcune o anche tutte, e sembrano essere più schiavi che liberi.

Forse il problema sta nel modo in cui definiamo il termine “libertà” e, inoltre, da cosa pensiamo di aver bisogno di essere liberati. Potrebbe anche essere che abbiamo già la "libertà" e semplicemente non ne siamo consapevoli? Carlos Castaneda e gli sciamani del suo lignaggio hanno definito la libertà come:

“L'unica libertà che hanno i guerrieri è di comportarsi in modo impeccabile. Non solo l'impeccabilità è libertà; è l'unico modo per aggiustare la forma umana”.

Il modo unilaterale di vedere il mondo in cui viviamo è la prigione dalla quale desideriamo liberarci. Non è il mondo in sé stesso, ma la nostra visione del mondo, costruita in anni di condizionamento; di storia passata mai messa in discussione, che provoca questo desiderio di libertà, che richiede cambiamento.

Placeholder Image

“Il risultato desiderato è quello che i vecchi sciamani chiamavano fermare il mondo; il momento in cui tutto intorno a noi cessa di essere quello che è sempre stato.

Questo è il momento in cui i veggenti ritornano alla vera natura dell'uomo, proseguì don Juan. Gli antichi sciamani la chiamavano libertà totale. È il momento in cui "l'uomo schiavo" diventa "l'uomo libero" capace di prodezze percettive che sfidano la nostra immaginazione lineare".

— Carlos Castaneda

 
Placeholder Image
Placeholder Image

Chi sei tu?

È una delle più importanti domande esistenziali da secoli. Dal momento in cui nasciamo in questo mondo, la nostra ricerca per scoprire chi siamo e perché siamo qui diventa una delle forze trainanti dominanti per tutta la nostra vita.

Quelli che sono venuti prima di noi nel nostro lignaggio; genitori, nonni, ecc., ci hanno fornito le loro risposte alle nostre domande.

La società ci riempie delle sue opinioni su chi siamo e sui ruoli che dobbiamo ricoprire. Ad alcuni viene assegnato un valore maggiore, ad altri un valore minore... mentre noi ci rimodelliamo in queste descrizioni per ottenere il favore, l'accettazione, il rifiuto... l'attenzione degli altri. Diamo un valore ingiustificato a questi sogni degli altri su noi stessi, andando sempre più lontano da chi eravamo quando siamo venuti in questo mondo.

La nostra immagine di sé diventa un'icona; una facciata di noi stessi, del nostro valore, del nostro essere. Forma un falso senso di sé, disconnettendoci da noi stessi, dai nostri simili, dal nostro mondo e dall'infinito.

"Finché l'uomo sente di essere la cosa più importante del mondo, non può davvero apprezzare il mondo che lo circonda. È come un cavallo con i paraocchi, tutto ciò che vede è sé stesso, differente da ogni altra cosa" — Carlos Castaneda

Come sei diventato te stesso?

Fin dai giorni della nostra prima infanzia, siamo stati giudicati; rispetto a qualche fittizio riferimento di chi avremmo dovuto essere. La nostra identità diventa un amalgama delle migliaia... milioni... di queste descrizioni passate, che ci vengono date dagli esseri umani che ci circondano.

Queste etichette che sono solo riflessi di chi ce le ha date, diventano credenze apparentemente impenetrabili dentro di noi su chi siamo, sulla nostra stessa identità.

"Le nostre convinzioni sono un insieme di esperienze percettive, valutazioni emotive e astrazioni cognitive che si fondono con fantasia, immaginazione e speculazione intuitiva". — Dott. Andrew Newberg

Fino a quando non sfidiamo queste convinzioni, sia nel contenuto che nell'origine, ne rimaniamo prigionieri, alla disperata ricerca di quella libertà appena oltre la nostra portata.

“Per l'uomo razionale mantenere fermamente la propria immagine di sé assicura la sua ignoranza abissale. Ignora il fatto che lo sciamanesimo non è incantesimi e giochi di prestigio, ma la libertà di percepire non solo il mondo dato per scontato, ma tutto ciò che è umanamente possibile realizzare. Trema alla possibilità della libertà. E la libertà è a portata di mano”. — Carlos Castaneda

Placeholder Image
Placeholder Image
Placeholder Image
Placeholder Image

Perché rimani così?

Il linguaggio e la sintassi che usiamo per descrivere noi stessi e il nostro mondo diventano la nostra realtà. Il nostro dialogo interiore ed esteriore sul passato, presente e futuro è la malta che ci cementa in quell'unico, singolare costrutto.

Questo succede perché, come ripeteva continuamente Carlos Castaneda: "Non ti chiedi mai perché fai quello che fai".

Quando partecipi al workshop Alla ricerca della libertà, ti stai prendendo 5 giorni interi al di fuori della tua normale e personale realtà per scoprire come l'hai costruita. E una volta che avrai capito quali sono i mattoni e la malta che hai usato per costruirla, avrai poi la capacità di distruggerla, liberandoti da te stesso.

“I veggenti hanno bisogno di un punto di rottura perché il funzionamento del silenzio interiore possa concretizzarsi” disse don Juan. “Il punto di rottura è come la malta che un muratore mette tra i mattoni. È solo quando la malta si indurisce che i singoli mattoni diventano una struttura”. — Carlos Castaneda

“La situazione difficile dell'uomo è che intuisce le sue risorse nascoste, ma non osa usarle. Questo è il motivo per cui i guerrieri dicono che il dramma dell’essere umano sta nella contrapposizione tra la sua stupidità e la sua ignoranza.

L'uomo ha bisogno ora, più che mai, di apprendere nuove idee che hanno a che fare esclusivamente con il suo mondo interiore: idee degli sciamani, non idee sociali, idee relative all'uomo che affronta l'ignoto, che affronta la sua personale morte ".

— Carlos Castaneda

L'unica libertà che abbiamo è la libertà da noi stessi

Quattro passi lungo la via della libertà

Placeholder Image

Come hai costruito la realtà

Dal momento in cui nasciamo, raccogliamo i mattoni della nostra realtà e li cementiamo al loro posto con la malta del nostro dialogo interiore ed esteriore.

Placeholder Image

Smontare la tua realtà

Una volta compreso come è stato costruito il tuo mondo, ora hai una tabella di marcia e una strategia per iniziare intenzionalmente e con precisione il processo di smontaggio.

Placeholder Image

Sperimentare nuove realtà

Ora, con gran parte della tua unica realtà dissolta, il tuo collegamento con l'infinito pulito ti apre e ti consente di sperimentare molteplici nuove realtà.

Placeholder Image

Navigare in realtà multiple

Il semplice sperimentare nuove realtà non è sufficiente per liberarci da noi stessi. L'impeccabilità è l'unica libertà che ha un guerriero, che aggiusta la forma umana.

Alla ricerca della libertà | L'unica libertà che abbiamo è la libertà da noi stessi

$ 997 - Prezzo speciale scontato

Prezzo normale $ 1997

Un evento fondamentale di Tensegrity® con immersione totale di 5 giorni — Croazia, 22-26 settembre 2022

Il seminario include:

  • Esperienza immersiva di Tensegrity® completa di 5 giorni
  • Passi Magici® accuratamente curati
  • Esperienze del Teatro dell’Infinito® appositamente realizzate
  • Sciogli la malta cementando la tua specifica realtà
  • Sintonizzati su un percettore di nuove realtà
  • Naviga in quelle molteplici realtà con fluidità e impeccabilità
  • Sperimenta la libertà che si ottiene solo quando ti liberi
  • Crea contatti e festeggia con altri praticanti di Tensegrity®
  • Un workshop completo
Registrati ora Prezzo ad un prezzo scontato
Registrati ora con 4 Pagamenti
Renata Murez

Renata Murez, BS, MA

Apprendista di Carlos Castaneda, Florinda Donner-Grau, Taisha Abelar e Carol Tiggs - Studenti di Don Juan

A Facilitatore e Istruttore di Tensegrity®, e Direttore di Cleargreen, la società formata da Carlos Castaneda per diffondere gli aspetti pratici del suo lavoro, Renata è membro del team originale di Tensegrity® leader, che, sotto la direzione degli studenti di don Juan, hanno contribuito a formulare la modernizzazione dei Passi Magici® e altre pratiche Tensegrity®. Da oltre ventitré anni conduce Tensegrity® workshop e tour in tutto il mondo.

Ha conseguito un Master of Arts in letteratura inglese, presso la California State University di Northridge, dove ha insegnato composizione e ha scritto la sua tesi di laurea magistrale sul lavoro dell'autrice nativa americana Louise Erdrich. Ha conseguito una laurea in Biochimica presso l'UCLA, dove ha lavorato con la professoressa emerita Lissy Jarvik, e co-autrice di un articolo con Steven S. Matsuyama, Ph.D. È stata studentessa alla Scuola Arica di Oscar Ichazo, studiando tipi di personalità enneagramma.